Dalla Cina con…”sapore”: Enzo Wang, l’imprenditore che ha portato l’Oriente a Messina

copertina

Correva l’anno 1998: Messina era ancora una tipica città del sud dell’Italia, legata ai suoi costumi, alle sue rigide regole e soprattutto alla sua lunga tradizione culinaria. All’epoca vi era poco spazio per le novità gastronomiche, sembrava quasi un affronto trasgredire il “Sicily Food”, ma la storia insegna che certi schemi sono costretti ad essere rotti dall’avanzare del tempo, e dalla inarrestabile corrente contaminatrice tra una cultura e l’altra. Si parla del 1998 perché, nello specifico, quell’anno segna un importante cambiamento per la nostra città, dovuto all’arrivo dalla lontana Cina di Enzo Yongmo Wang.

IL PASSATO, IL PRESENTE ED IL FUTURO

Enzo, ben diciotto anni fa, ha avuto il grande merito di offrire ai messinesi l’alternativa orientale che ancora mancava, stiamo parlando della cucina cinese, ai tempi un vero miraggio per una città come la nostra, adesso una certezza, soprattutto di qualità, che Enzo e la sua grande famiglia continuano a garantire ogni giorno nei loro ristoranti. Se l’origine di tutto risiede nella prima attività di Enzo, longeva e fortunata, ovvero Shangai, di Via Centonze 32, il presente e il futuro della sua ottima tecnica culinaria portano il nome di Happy Sushi Wok, il grande ristorante di cucina italiana, multietnica, sushi e teppan yaky, nella S.S. 114, km 4,400, a Contesse.

QUALITÀ PER IL PALATO, GARANZIA PER IL PORTAFOGLI

La vasta varietà di alimenti, provenienti da culture culinarie diverse, e il metodo dei prezzi fissi – dal lunedì al sabato il pranzo solo a 10,90€ e la cena a 16,90€, mentre sabato e domenica, 13,90€ a pranzo, 18,90€ per la cena – fanno sì che al suo interno ogni tipo di cliente possa rimanere ampiamente soddisfatto sia per i ricchi sapori, ma anche per la certezza di non gravare troppo sul portafoglio. Enzo ha voluto creare attorno a sé una squadra di chef di elevata professionalità, incaricando ognuno di loro di creare menù unici e sfiziosi. La colorata preparazione della cucina cinese è stata affidata al valido chef Li Yihuang, la sua è una reale devozione al mestiere che svolge. La tradizione siciliana e italiana invece è curata da Francesco Greco, storico cuoco messinese, una certezza per l’Happy Sushi Wok. Mentre la meticolosa arte della cucina giapponese porta il nome dello chef Carpio Jomeray Maderazo (Jray Carpio).

VOGLIA DI FARE E DI SPERIMENTARE

Nel corso di questi due decenni Enzo ha creato un’impresa in cui i messinesi, esigenti e critici, hanno riposto la loro piena fiducia, dimostrazione che il buon cibo, la cura, la pulizia e le attenzioni ripagano sempre, stabilendo così un rapporto solido e in continua crescita. Per le prossime settimane Enzo sta preparando un’altra grande sorpresa: la riapertura, dopo un restyling completo del locale Shangai, il ristorante di Via Centonze 32, al momento in fase di ristrutturazione. Sono molte novità in vista per il rilancio del locale, tra le tante, l’affiancamento alla cucina cinese di quella giapponese, la possibilità di piatti da asporto e un servizio di Catering per ricevimenti e feste.

 

Per info e prenotazioni è possibile chiamare il numero: 090.635359

Dario Donnina

Dario Donnina

Giornalista trentaquattrenne messinese, laureato prima in Lingue e Letterature Straniere, poi in Metodi e Linguaggi del Giornalismo presso l’Università di Messina. Ha trascorso periodi di studio e lavoro all’estero. Dal 2011 al 2013 coordinatore dell’Hay Festival Segovia, evento internazionale che si svolge ogni settembre a Madrid. Su scirokko.it è sua la firma della rubrica Storie.
0 Commenti

Scrivi un Commento