Abitare in montagna

Il freddo invernale si avvicina e porta con sé certe atmosfere che raramente si possono godere in altri momenti dell’anno. È chiaro che a certe altitudini queste sensazioni sono più particolarmente vissute: si pensi a quelle località in montagna dove il paesaggio offre scorci unici e irripetibili, come nel caso dei Pirenei dove un duo di architetti ha portato questi aspetti sin dentro casa.
11_GF_Santi Garces_2La montagna in casa? Ebbene sì! Eduardo Cadaval & Clara Solà-Morales, architetti di Barcellona, con il progetto Casa Guinovart Florensa, sono riusciti ad orientare perfettamente questo edificio così che i suoi abitanti potessero godere dei meravigliosi scorci intorno ad essi.
La soluzione che ha permesso questa simbiosi tra ambiente domestico e paesaggio è resa dalla grande copertura a spioventi che si affaccia sulla Valle di Aran, unica comarca della Catalogna, situata al di là dello spartiacque dei Pirenei. La doppia vetrata laterale fa sì da rendere una panoramica a 360 gradi dell’ambiente circostante. A questo livello, l’interno ospita il living della casa, dal carattere minimalista. Nessuna suddivisione interna, “pianta libera”, solo una serie di box colorati distribuiscono le destinazioni d’uso. La luce, penetrando dalle grandi aperture e, riflettendosi sul bianco delle pareti inclinate, si diffonde contribuendo a creare un ambiente puro e asettico, tela bianca su cui spiccano gli elementi colorati.
Casa Guinovart Florensa è distribuita su due livelli: il piano terra è il risultato del recupero di un vecchio granaio in rovina, costruito con muri a secco, secondo le tecniche del tempo. Assecondare la tradizione non avrebbe portato all’attuale tipologia di edificio aperto, poiché le vecchie caratteristiche costruttive (aperture minime, oscurità, massa) avrebbero negato la possibilità di creare questa cornice sulle montagne. L’abilità dei progettisti, in questo caso, è stata quella di creare un dialogo con la storia e nello stesso tempo realizzare un manufatto adattabile in un contesto con tali potenzialità.
Il cretto in pietra è in forte contrasto con la leggerezza della copertura, elemento moderno che, conformandosi con l’intero intervento, crea spazi adattati a nuovi usi.
Anche l’arredo è minimal, nel rispetto dello stile architettonico, ed anche sapientemente scelto, vista l’impossibilità di accostare mobili alle pareti. Gli elementi costruiti su misura si alternano a pezzi illustri di design tra cui la poltroncina Bertoia Diamond di Knoll International.
Di seguito la Gallery delle immagini di Casa Guinovart Florensa.

Progetto di: Eduardo Cadaval & Clara Solà-Morales.
Collaborators: Mariona Viladot, Alex Molla, Pernilla Johansson
Photography: © Santiago Garcés

Pasquale Pollara

Pasquale Pollara

Si considera un esteta. Amante del “bello” e dell’Arte, si dedica alla ricerca di nuove espressioni artistiche per poterle tradurre nel suo campo di applicazione: l’Architettura. Fedele alla tradizione, con taccuino sempre in tasca, disegna a mano libera per trasmettere istantaneamente la sua creatività. Muove i primi passi a Barcelona, oggi prosegue in autonomia la sua attività progettuale e i suoi lavori sono stati esposti e pubblicati in diverse occasioni. Riscoperta la passione per la scrittura, per scirokko.it cura la Rubrica di Design attraverso cui si impegna a trasmettere le sue passioni e l’amore per il suo lavoro.
0 Commenti

Scrivi un Commento