Boris Giuliano – Un orgoglio tutto messinese

454ac501e8357328d8f449ae92cebb1c_XL

All’indomani dalla conclusione della fortunata fiction “Boris Giuliano – Un poliziotto a Palermo”, per la regia di Ricky Tognazzi e con principale attore protagonista Adriano Giannini, mandata in onda nei giorni commemorativi la strage di Capaci del 23 Maggio 1992, ricordiamo anche noi la figura di questo poliziotto tanto capace e messinese.
Nato a Piazza Armerina (Messina è la sua città di adozione), per seguire il padre Sottoufficiale della Marina Militare, ancora bambino si trasferì in Libia, per poi tornare da adolescente nella sua città natale, dove si laureò in Giurisprudenza.
La sua sensibilità, la sua struttura interiore, il suo coraggio, gli fecero presto capire quale poteva essere la sua strada lavorativa: si preparò per affrontare un concorso per entrare nella polizia, tenutosi a Milano. Lo vinse e, guidato dall’amore per la sua terra e nel contempo mosso dal rammarico che fosse nelle mani sbagliate, quelle della mafia, chiese di essere trasferito a Palermo. Ottenne il trasferimento, lavorando nella locale Squadra Mobile. Dapprima fu alla Sezione Omicidi, successivamente divenne vice dirigente ed in ultimo dirigente.
Oltre che per le qualità sopra dette, si distinse per determinazione e per metodi di indagine innovativi, diventando una figura di riferimento, come poliziotto e come uomo, in terra siciliana.
Arrivando ad alcuni dei punti nevralgici della mafia, nel 1979 fu assassinato. Sette colpi di pistola alle spalle. All’ergastolo, i mandanti dell’omicidio (Salvatore Riina, Bernardo Provenzano, Michele Greco, Francesco Madonia, Giuseppe Calò, Bernardo Brusca, Nenè Geraci e Francesco Spadaro) e Leoluca Bagarella come esecutore materiale.
Nel tempo, Messina ricorda Giorgio Boris Giuliano intitolandogli la rotatoria sul v.le Europa all’incrocio con la via Catania e una piazza fra Contesse e San Filippo (scelta non a caso, dato l’area “a rischio” della Città).
Palermo lo ricorda con una targa all’Università, di ricorrenza annuale.

0 Commenti

Scrivi un Commento