Caitlyn Jenner, Simpson per un giorno per i diritti dei transgender

La satira è spesso uno strumento molto incisivo che pone l’accento su tematiche scottanti, così da rendere i loro messaggi più leggeri ma al tempo stesso efficaci.
Alexandro Palombo è un artista salentino, trapiantato a Milano, noto per le sue opere satiriche motivate da forti sensi di riflessione. L’autore parte dai personaggi più iconici dei cartoni animati per renderli portatori di messaggi di denuncia contro una società che vive di preconcetti.
Uno dei suoi ultimi trasgressivi capolavori riguarda il tema della transessualità. Egli afferma: “Al giorno d’oggi, i cittadini transessuali sono ancora emarginati e costretti a vivere in una situazione sociale molto difficile. Sono vittime di pregiudizi, discriminazione e in molti casi criminalizzati e vittime di violenza. Dobbiamo combattere questo pregiudizio medievale e l’intolleranza, perché tutti meritano di vivere con dignità e condurre una vita che corrisponde alla propria identità sessuale”.
Per questo motivo si è avvalso della figura di Caitlyn Jenner, nota per essere patrigno di Kim Kardashian, ma soprattutto perché ha sfoggiato il suo corpo, dopo aver cambiato sesso, su una copertina di Vanity Fair Usa con una semplice richiesta: Ora chiamatemi Caitlyn.
La coraggiosa Caitlyn per l’occasione entra nella famiglia dei Simpson, dove l’irriverenza è di casa e l’essere “normale” o meno, non fa alcuna differenza.
Nella gallery, i divertenti disegni di Palombo che inserisce Caitlyn tra i desideri focosi di Homer.

0 Commenti

Scrivi un Commento