Cariddi – il mitico mostro di Capo Peloro

gillraybritannia

Uno degli aspetti più apprezzabile degli antichi greci sta forse nella loro capacità di spiegare ogni evento naturale tramite splendidi miti. Nella vastissima congerie di leggende vi è quella di Cariddi, ambientata proprio sulla punta di Capo Peloro, dove Mar Ionio e Mar Tirreno si incontrano e scontrano creando forti correnti e gorghi importanti.

Qui secondo la leggenda vive Cariddi: dapprima una naiade dedita ai furti e famosa per la sua ingordigia che, spinta da questa sua voracità, un giorno rubò e divorò dei buoi sacri. Zeus adirato dunque la fulminò, gettandola nel tratto di mare in cui ancora oggi dimora e trasformandola in un enorme mostro con le sembianze di una gigantesca lampreda. Questa ogni giorno per tre volte ingoia l’acqua del mare e la rigurgita creando enormi vortici che trascinano e affondano le navi di passaggio.

0 Commenti

Scrivi un Commento