Dimagrire con i Kettlebells: i benefici degli esercizi con le palle di ghisa

bn-880x550

Una palla di cannone con una maniglia, dai diversi pesi: 4kg, 8kg, 12kg, 14kg, 16kg, 18kg, 20 kg, 24,kg, 32 kg.

L’uso dei kettlebells nell’era moderna è datato alla fine del 1800, con lo sviluppo della cultura fisica e delle gare di forza nell’antica Unione Sovietica. Noti anche con il nome di Gyrie, i kettlebells hanno dato origine a delle vere e proprie specialità sportive come il Girevoy sport. In Russia, peraltro, il loro uso è molto diffuso sia presso gli sportivi per la preparazione atletica che presso le forze militari per mantenere lo stato di forma fisica. Si differiscono da un normale manubrio da palestra, in quanto vengono utilizzati con esercizi mirati alla sviluppo delle capacità di forza e per mantenere la stabilità ed il controllo del corpo trasferendo accelerazione e decelerazione a questo piccolo attrezzo. Esercizi come gli SWING, STRAPPO (snatch), GIRATE AL PETTO (clean) includono l’accelerazione, la spinta, la decelerazione e controllo dei muscoli del core (retto dell’addome, quadrati dei lombi, trasverso e obliqui dell’addome, ileo psoas).

A chi è rivolto:

ATLETI: negli sport come rugby, calcio, pallavolo, arti marziali, che si tratti di un pugno o di un salto, si è esposti a forti cambiamenti di velocità e direzioni, fattori che neanche un semplice bilanciere olimpico è capace di poter allenare queste componenti, quanto potrebbe farlo un kettlebell, che passa da energia potenziale (statico) ad energia cinetica (rapido movimento) nel breve tempo possibile.

EQUILIBRIO POSTURALE: Assicura un appropriato equilibrio muscolare con una fornitura ottimale della stabilità intrinseca al complesso lombi-pelvi-anca.

DIMAGRIMENTO: esercitazioni a circuito con stazioni di breve durata 10 rips/ 30” dalle 5 alle 7 stazioni, sono mirati all’aumento delle frequenze cardiache sopra la soglia aerobica (150-170 bpm) e con l’incremento del tono muscolare delle più importanti catene cinetiche muscolari, quadricipiti, glutei, schiena, addominali.

DONNE: spesso queste sono disposte a utilizzare bassi carichi eseguendo molte ripetizioni (20-30 per serie): ciò le predispone a rendere i loro muscoli gonfi aumentando le fibre non contrattili senza un significativo aumento di forza, rendendoli così poco funzionali. Al contrario un allenamento intenso mirato all’aumento della forza risulta molto più efficace ottenendo risultati migliori ed in minor tempo possibile. Gli uomini producono una quantità 10-15 volte superiore alle donne, e nonostante questo, anche noi uomini abbiamo difficoltà a mettere massa muscolare!

 

Ivan Barbera

Personal health trainer

0 Commenti

Scrivi un Commento