Fagiolini ammuddiccati

IMG_20141109_144414

Mi piace avere gente intorno, soprattutto dentro casa mia. Mi piace che si senta a proprio agio, che chiacchieri, magari bevendo del buon vino e gustandosi una delle mie rivisitazioni culinarie. Intendiamoci, io non sono una cuoca sopraffina, ”me la cavo”. Come molte, sono figlia d’arte ma non reggerò mai il confronto con la mia mamma. Una cosa però non smette mai di dirmela:” Anche se la casa è un disastro ma hai il pranzo pronto, puoi stare serena”. Io spesso non ho né la casa in ordine, né il pranzo pronto ma anche all’ultimo minuto, qualcosa mi invento… Non ho una “ricetta di famiglia” ma una famiglia piena di ricette che mi diletto a rivisitare come i fagiolini ammuddicati che oltre ad essere un ottimo contorno, possono diventare un vero e proprio condimento per la pasta.

Ingredienti:

Fagiolini di Don Francesco (sono i migliori se no, pazienza!, prendeteli al banco surgelati);

Pan grattato;

Parmigiano o pecorino a seconda dei gusti;

Sale, pepe e olio q.b.;

La rivisitazione consiste nell’uvetta passa e nelle mandorle sgusciate e tagliate sottili (le trovate già sgusciate e sminuzzate a un prezzo assolutamente accessibile, 0,99 cent.).

Preparazione:

Cuocete a fuoco lento i fagiolini, mi raccomando non mettete troppa acqua per la bollitura, le verdure notoriamente ne rilasciano parecchia, quindi cuoceranno, come si suole dire, nel proprio brodo. Intanto in una terrina mettete il pan grattato e conditelo con olio, parmigiano, sale, e pepe se gradito. Rrriminate il tutto e aggiungete ancora le mandorle e l’uvetta passa, arriminate nuovamente. Assaggiate i fagiolini, se sono al dente, scolateli, passateli in una padella con una lacrima d’olio e uno-due spicchi d’aglio. A quel punto aggiungete il pan grattato che avete già condito e fate cuocere per qualche minuto. Se necessario aggiungete un altro filo d’olio. Buon appetito!

Ileana Panama
direttore@scirokko.it

0 Commenti

Scrivi un Commento