“Famoso – Per un pugno di like – Versione 2.0”. Il nuovo lavoro teatrale di Lelio Naccari

Naccari

In un momento storico sotto svariati aspetti particolare come quello che l’Italia così pure la città di Messina stanno vivendo, si inserisce molto bene il nuovo spettacolo del regista ed attore messinese Lelio Naccari: “Famoso – Per un pugno di like – Versione 2.0”.

Lo spettacolo ha debuttato a Messina ma, caratterizzato dalla qualità ed originalità che sempre contraddistinguono la drammaturgia di Naccari, troverà sicuramente il momento ed il modo giusti per farsi strada a livello nazionale.

Sono tre, in realtà, i “Naccari” coinvolti nello spettacolo: Lelio, regista ed attore; Dario, musicista (autore delle musiche che costellano piacevolmente tutto il lavoro) ed attore improvvisato (peraltro ben riuscito) e Claudio, che ha firmato la grafica e le illustrazioni. Tre talenti che in un’epoca, questa a noi contemporanea, in cui impera il successo facile, l’apparire a tutti i costi, il delirio di onnipotenza, inducono (fortunatamente!) a non disperare… inducendo a pensare che ancora l’originalità, la professionalità esistono e, cosa purtroppo non scontata, tra i giovani.

Oltre a loro, a contribuire alla dinamicità di “Famoso” sono la ballerina Tamara Cutugno e Vincio Siracusano che firma, con maestrìa, le scenografie digitali.

Tutti professionisti che hanno permesso ad uno spettacolo, acuto e sarcastico nella trama e volutamente assurdo nella resa, di “arrivare” senza annoiare e senza retorica ad un pubblico variegato.

Attraverso uno studio multidisciplinare di teatro – performance – danza -, “Famoso” è la descrizione perfetta dell’uomo contemporaneo. Il soggetto che cammina con la testa abbassata sul suo smartphone o, per i più pretenziosi oppure semplicemente tecnologici, iphone, possibilmente sbattendo contro l’individuo che gli viene di fronte. Quell’uomo che dimentica l’importanza di tenere lo sguardo frontale per riconoscere la persona con cui si in-contra e per non distogliersi da una giusta meta. Ed ancora, lo stesso uomo che non pensa al valore di alzare qualche volta il suo capo perché le “stelle non abitano i propri piedi…”. Il lavoro è tutta una attenta riflessione sull’esistenza (specie quella di oggi) sul valore della parola, sulla necessaria rivalorizzazione di quel termine conciso ma quanto mai potente che è “empatia”. Ma pare essere anche un invito, serio ma messo in scena dal Regista con intelligente ironia, a riprendere in mano un libro… di quelli scritti bene, di autori che si riconoscono; a fermarsi un attimo e rispondere a domande del tipo “Chi siamo quando nessuno ci vede?”. Insomma, a riprendersi ciascuno se stesso, la propria vita, a vedersi ed a vedere con occhi più attenti.

Forse alcune parti dello spettacolo andrebbero un po’ riviste, maggiormente sostenute. Ma di base sono evidenti la qualità, l’originalità, anche una certa estrosità ed il curriculum, meritatamente sostenuto, che Lelio Naccari ha già.

FAMOSO * Per un pugno di like * (Versione 2.0)

Testo e regia di Lelio Naccari
Canzoni dal vivo originali di Dario Naccari
Scenografie digitali di Vincio Siracusano
Dancer/Performer Tamara Cutugno

Grafica e illustrazione Claudio Naccari
Supporto produttivo Associazione Culturale ARB

https://www.facebook.com/famosoperunpugnodilike/videos/2011313052520025/?t=46

 

Laura Faranda

Laura Faranda

Nata a Messina nel 1984. Critica e curatrice di Arte Contemporanea. Anche Dottore di Ricerca in Geografia Umana e Culturale, per questo particolarmente sensibile all'interazione arte/territorio. Ama l’arte ed ogni suo riflesso: dalla tradizione artistica medievale alle espressioni di avanguardia, purché non si cada nel cattivo gusto. Desiderosa di conoscenza, sperimenta spesso i più diversi canali di ricerca. Per scirokko.it cura si occupa di critica d'arte contemporanea e della promozione di nuovi artisti e di eventi culturali messinesi e siciliani.
0 Commenti

Scrivi un Commento