Il primo incidente stradale della storia

97776

Avvenuto a Londra il 17 Agosto 1896, l’incidente di Bridget Driscoll è passato alla storia come il primo sinistro fatale della storia automobilistica riguardante un pedone. La signora Driscoll era in visita nella capitale inglese con la figlia adolescente per assistere ad uno spettacolo di danza: si trovava nei pressi del Crystal Palace quando un’automobile dimostrativa modello Roger-Benz la travolse fratturandogli il cranio e uccidendola sul colpo. I passanti descrissero l’andatura della vettura come “quella di un cavallo al galoppo”, tanto da lasciare impietrita la vittima nonostante il pilota suonasse il clacson e le gridasse di spostarsi; successive indagini dimostrarono però che la velocità dell’auto era di appena 7 km/h, assolutamente non paragonabile alle velocità degli odierni motori! Dopo appena sei ore venne emessa la sentenza di morte accidentale senza nessuna condanna e il medico legale, dopo il referto, disse: “che una cosa del genere non succeda mai più!”. Preghiera rimasta inascoltata visto che a partire da quel giorno le vittime della strada ammontano oggi a circa venticinque milioni, con un ritmo di crescita di circa due persone al minuto.

0 Commenti

Scrivi un Commento