Il Temperamento nella relazione di coppia

Cattura1

Molte relazioni di coppia sono basate sulla possibilità ideale, più o meno consapevole, di poter soddisfare i propri bisogni emotivi. Ma per una coppia è fondamentale saper bilanciare l’ “Io” e il “Noi” mantenendo la propria individualità nella vicinanza. Uno degli aspetti che garantisce questo equilibrio è una buona conoscenza del partner.

Brändstrjöm e i suoi collaboratori, animati dalla curiosità di verificare quanto i partner si conoscano su un piano empirico, hanno chiesto a 136 coppie di coniugi svedesi di valutare attraverso un questionario psicologico (il “Temperament and Character Inventory”, ndr) il proprio Temperamento e quello del partner, allo scopo di mettere in relazione i due temperamenti e valutare eventuali somiglianze o differenze.

I risultati sono davvero interessanti: le coppie mostrano delle associazioni significative in tutte le dimensioni relative al Carattere, mentre per quanto riguarda il Temperamento correlano esclusivamente nel tratto “Evitamento del danno” (tipico delle personalità ansiose, ndr).

Ricordiamo che fra Temperamento e Carattere c’è una certa differenza. Il primo rappresenta la disposizione di base, la dotazione genetica, ereditata, che si manifesta già nei primi mesi di vita. Il Carattere è invece quella porzione della personalità che si forma a partire dalle interazioni ambientali, sociali e dall’esperienza.

Questo significherebbe che, nel comparare la conoscenza che un/una fidanzato/a ha di se stesso rispetto a quella che ha del partner, in coppia è più facile avere una conoscenza del carattere, piuttosto che del temperamento.

Questi dati suggerirebbero dunque che ci si innamora di chi consideriamo più simile a noi per carattere, contrariamente a quanto si potrebbe pensare per il senso comune secondo cui “gli opposti si attraggono”. Tuttavia, a onor del vero, bisogna anche tener conto del fatto che il temperamento dei partner invece non sembra correlato: forse chi è simile per carattere è opposto per temperamento.

Fonte: Brändstrjöm S, Przybeck TR, Sigvardsson S. Reliability of informant ratings and spouse similarity based on the Temperament and Character Inventory. Psychol Rep. 2011 Aug;109(1):231-42.

Amelia Rizzo

Amelia Rizzo

Amelia Rizzo, classe 1986. Si laurea in Scienze Cognitive e Psicologia presso l'Università degli Studi di Messina. Collezionista di titoli, a causa della sua passione per la Ricerca viene condannata a tre anni di Dottorato, ma pare ne abbia già scontato la metà. Chiamata a curare la rubrica di #psycologia, non ha potuto rifiutare questa insolita richiesta d'aiuto.
0 Commenti

Scrivi un Commento