La bravata di Martina e Angela

Malta_44347

Sono state ritrovate. Non era poi così difficile visto l’allontamento volontario delle due diciasettenni, Martina e Angela, che sabato avevano deciso di fare una “gita” a Malta che è durata da Natale a Santo Stefano. Probabilmente saranno alquanto amareggiate per essere state rintracciate e portate a casa nel giro di poche ore. Mai quanto i genitori che non vedendole rientrare e ricevendo messaggi in cui inneggiavano a la libertè si saranno strappati i capelli per due motivi: la paura e l’incomprensibilità del gesto. Intendiamoci. Tutti da giovanissimi abbiamo commesso bravate. Io sono scappata di casa a tre anni e mi hanno ritrovata disinvoltissima a chiacchierare (a tre anni ripeto!) con dei vicini. Non è stata l’unica volta ma questa è un’altra storia. Io scappavo perchè volevo vivere avventure come nei libri che leggevo, incontrare Peter Pan e Capitan Uncino, sfidare i pirati, volevo vivere la mia fantasia appieno, in una parola: giocare! Manco sapevo dove fosse Malta! E a Malta ci sono andata che ero già adulta. Questo mi fa pensare a due cose: come cambiano i tempi e come gli adolescenti siano privati da questa società della fantasia. Si prendono troppo sul serio. Quando ho letto della scomparsa delle ragazzine e ho visto le foto pubblicate prese dai profili facebook, ho visto delle “piccole Tatangelo”, a partire dagli scatti fotografici, rigorosamente selfie. Forse era a quel punto che i genitori dovevano farsi qualche domanda o forse cercavano quell’ego fastosa popolarità che non riuscivano ad avere attraverso i loro profili. O forse è stata solo una bravata. Del resto “Nel futuro ognuno sarà famoso per quindici minuti”, l’ha detto Andy Wharol e io mi fido di lui. Ma ora che i vostri 15 minuti sono passati, che farete?

Ileana Panama

Ileana Panama

Filosofa dallo spirito libero e passionario. Mille difetti e un solo pregio: la caparbietà. Pare che per essere il direttore basti. Non ama le mezze misure, le mezze parole e le mezze stagioni. Onestà intellettuale ed educazione, queste le cose che apprezza negli altri. Profondamente attaccata alle sue radici, è tornata, dopo un lungo vagabondar per restare ma soprattutto per Fare. Imperdibili le sue interviste.
0 Commenti

Scrivi un Commento