La Pignolata Messinese

pignolata

Si tratta di un piatto gustosissimo che deve la curiosità del suo nome alla caratteristica forma a pigna che acquisisce in fase di preparazione finale. Le origini storiche della pignolata risalgono a tempi molto antichi e sono indiscutibilmente legate alla tradizione del Carnem Levare, cioè del Carnevale romano, festa cristiana che tuttavia ha sempre mantenuto persistenti connotazioni attinte dal paganesimo. Risalgono infatti all’epoca cristiana le notizie che accertano che fin da allora fosse conosciuto e diffuso un dolce a forma di pigna, ricoperto di miele, che veniva preparato a scopo propiziatorio in determinati periodi dell’anno.

In Sicilia ne esistono diverse varianti, ma la più celebre è la versione glassata che nel tempo è diventata il dolce simbolo della città di Messina. Sembra che la pignolata messinese sia nata durante la dominazione spagnola quando, su richiesta delle famiglie nobili a cui evidentemente non era sfuggita la dolcezza della ricetta originaria, i pasticceri messinesi pensarono di rielaborare l’antica ricetta dai semplici ingredienti sostituendovi al miele la copertura offerta da una glassa aromatizzata al limone e al cacao. Dalla tradizione e dalla sua rivisitazione è nato così un dolce di palline di pasta prima fritte e poi assemblate in mucchietti ricoperti di glassa o miele, a seconda che si segua l’una o l’altra tradizione.

0 Commenti

Scrivi un Commento