“Fabbriche invisibili. Storie di donne, lavoranti a domicilio”.

toffanin-1

Il 1cop-toffanin124 Ottobre, alle 18.30, presso la libreria Colapesce di Messina, Tania Toffanin presenta il suo nuovo lavoro: “Fabbriche invisibili. Storie di donne, lavoranti a domicilio“. All’interno delle abitazioni, in tutti i paesi del mondo, donne di ogni età lavorano per l’industria manifatturiera. Lavorando a casa esse riducono il costo del lavoro delle imprese e sopperiscono alle lacune dello stato socio-assistenziale fornendo lavoro di cura per i propri cari. Considerata marginale all’interno del sistema manifatturiero, questa forma di produzione ha invece resistito al passaggio di tre rivoluzioni industriali ed è ancora saldamente presente nella società a noi contemporanea. Al di là delle narrazioni concentrate sulle fabbriche altamente tecnologizzate, di cos’altro sono fatte le merci che indossiamo o i dispositivi che impieghiamo? Cosa ha reso possibile il successo di marchi come Benetton e cosa significa, ancora oggi, essere una “donna lavorante a domicilio”?

Intervengono:
l’autrice Tania Toffanin, sociologa (Università di Venezia)
Pietro Saitta, sociologo (Università di Messina)

Ingresso gratuito
Opening h 18.30. Fino alle 20.30
La libreria Colapesce si trova in Via Mario Giurba 8/10, Messina.

0 Commenti

Scrivi un Commento