Patologie da Connessione. Troppi adolescenti “malati”. A febbraio il Safer Internet Day

bambini-e-smartphone

In occasione del Safer Internet Day, del 7 febbraio, l’Osservatorio Nazionale Adolescenza ha curato uno studio su circa 8.000 ragazzi a partire dagli 11 anni d’età. Dalla ricerca sono state rilevate le nuove patalogie da connessione. È emerso anche un altro dato: il 98% tra i 14 e i 19 anni possiede uno smartphone personale già a 10 anni

Ma quali sono gli effetti di questo essere sempre connessi? E voi ne siete affetti?

Vamping: la moda di trascorrere numerose ore notturne sui social media, sembra diventata una vera e propria abitudine, tanto che 6 ragazzi su 10 dichiarano di rimanere spesso svegli fino all’alba a chattare.

Fomo (fear of missing out): il 15% degli intervistati dichiara di svegliarsi quasi tutte le notti per leggere le notifiche e i messaggi, in modo da non essere esclusi, altra patologia emergente legata all’abuso dello smartphone.

Like Addiction: gli adolescenti sono alla continua ricerca di approvazione, che si raggiunge attraverso like e follower. Per oltre 3 ragazzi su 10 è importante il numero dei like ricevuti, che accrescono l’autostima, la popolarità e quindi la sicurezza personale.

Nomofobia: da no-mobile-phone, è la nuova fobia legata all’eccessiva paura di rimanere senza telefono o senza connessione a internet: quasi 8 adolescenti su 10 temono che si scarichi il cellulare o non abbia ricezione in assenza di Wi-Fi e tale condizione nel 46% dei casi genera ansia, rabbia e fastidio.

Challenge: sono uno dei problemi del momento e racchiudono tutte quelle catene che nascono sui social network in cui si viene nominati o chiamati a partecipare da altri attraverso un tag. Lo scopo in genere è di postare un video o un’immagine per poi nominare altre persone a fare altrettanto, diffondendosi a macchia d’olio nel web, anche nell’arco di poche ore.

 

www.betterinternetforkids.eu

Dario Donnina

Dario Donnina

Giornalista trentaquattrenne messinese, laureato prima in Lingue e Letterature Straniere, poi in Metodi e Linguaggi del Giornalismo presso l’Università di Messina. Ha trascorso periodi di studio e lavoro all’estero. Dal 2011 al 2013 coordinatore dell’Hay Festival Segovia, evento internazionale che si svolge ogni settembre a Madrid. Su scirokko.it è sua la firma della rubrica Storie.
0 Commenti

Scrivi un Commento