Perché si indossa intimo rosso a Capodanno?

rosso

Che ci si creda o meno alcune tradizioni annuali, spesso di natura scaramantica, vengono rispettate senza sapere neanche il perché. Quelle riguardanti l’ultima notte dell’anno sono diversissime a seconda dei contesti culturali e dei Paesi ma una caratteristica le accomuna tutte: il rosso.

Chi non ha mai indossato slip, reggiseni, boxer o calze rosse la notte di San Silvestro? Nella tradizione occidentale il rosso ha sempre rappresentato la forza e l’energia, qualità indispensabili per affrontare il nuovo anno, è il colore dell’impeto, dell’aggressività e della fertilità e già nell’antica Roma durante il Capodanno veniva utilizzato nell’abbigliamento: rappresentava gli dei (Marte in particolare, dio della guerra) essendo il colore del sangue. Ha da sempre rappresentato quindi una sorta di protezione naturale contro le sciagure e la cattiva sorte e nel medioevo infatti si era soliti spesso coprire le donne con panni e biancheria rossa durante il parto, appunto per garantire alla madre e al nascituro un destino propizio. foto interno articolo

Nel folklore orientale il rosso viene utilizzato durante il Capodanno cinese sempre per il suo potere augurale ed esorcizzante: durante le celebrazioni infatti tutti gli abitanti indossano qualcosa di rosso per scacciare gli spiriti malevoli e in particolare il Nian, divoratore di bambini che teme questo colore accompagnato dai forti rumori (i tradizionali fuochi d’artificio cinesi) e che viene rappresentato durante le celeberrime parate da acrobati e ballerini in costume. Al giorno d’oggi non si è persa la forte carica scaramantica di questo uso, indossando l’intimo rosso infatti non solo si può sperare di vincere durante le tombole e i giochi di carte di fine anno ma si hanno anche maggiori chance di conquistare la persona desiderata. Fortunati al gioco e fortunati in amore insomma!

0 Commenti

Scrivi un Commento