Venerdì la Notte Azzurra dello Stretto

img_8780

Voglia di rinnovamento e tanto orgoglio. La prima edizione della “Notte Azzurra dello Stretto” si svolgerà venerdì 12 agosto. “Miti e Leggende dello Stretto”, il tema della serata che vedrà l’alternarsi, in una accattivante sinergia, tradizioni, folklore, arte, cultura e spettacolo. Oggi la conferenza stampa di presentazione a Pnotte_azzurra (1)alazzo Zanca con l’Assessore alla Cultura, Daniela Ursino e la consigliera comunale Rita La Paglia che insieme al comitato organizzatore l’ AMMI, Fidapa Messina Capo Peloro, Fidapa Messina, Banca del Tempo, Filippo Cadili, esperto al Turismo, Sport e Cultura Basicò, l’Associazione FDV, Slow Food Valdemone, Confcommercio Messina, Franz Riccobono per il Comitato Vara, Certo Rosaria e Pipito Anna per Città Metropolitana, al Cral Città Metropolitana di Messina Giuseppina Giarraffa, il Lions club Messina, l’Accademia dello Spettacolo Elisabetta Isaja e ADV Group supporteranno manifestazione con le loro attività ma soprattutto con la voglia di mostrare che l’amore verso Messina è qualcosa di reale. Obiettivo fondamentale è quello di recuperare alcune tradizioni dell’identità messinese. La chicca della manifestazione è che si terrà in maniera itinerante, sei Miti per sei location, così Piazza Municipio sarà il mito di MATA E GRIFONE, Piazza Duomo e Via Loggia dei Mercanti: ORIONE, Piazza Antonello e l’area Loggia Palazzo dei Leoni: CRONO (che sarà isola Pedonale), Monte di Pietà: FATA MOR13872918_1640075782972332_7982361474264192935_nGANA, Teatro Vittorio Emanuele: SCILLA E CARIDDI e la Galleria Arte ex Provincia: COLAPESCE. Durante la serata, oltre all’intrattenimento, tanta cultura: grandi e piccini saranno guidati attraverso percorsi gastronomici, artigianali, musicali, ludici, per (ri)scoprire la storia della nostra città e non solo.Tante le attività e gli artisti coinvolti, Sabrina Acquaviva, le coreografie dell’Accademia dello spettacolo di Elisabetta Saja, il Ballo del Gattopardo, che farà rivivere l’atmosfera del romanzo, una sfilata Parah e i Gioielli Patrizia Daliani e il concerto della Rock band Airplane. Anche un concorso di bellezza rivolto a ragazze dai 18 ai 25 anni: MISS NOTTE AZZURRA DELLO STRETTO 2016. Ma anche una visita gratuita alla Galleria d’Arte e alla Mostra “La Vita non è Sogno “ sulla vita e sulle opere di Salvatore Quasimodo, la mostra documentaria sui Miti dello Stretto, lo spettacolo di letture Animate per i Bambini, con il trio di musica popolare Shekelesh e il concerto di musica classica. E ancora  al Teatro Vittorio Emanuele la Mostra delle Madonne Marinare, organizzata da Franz Riccobono (Amici del Museo- FIDAPA Messina Capo Peloro), al Monte di Pietà lo spettacolo musicale con la band FEELING GOOD, swing soul and blues con   Paola  Miraglia e Edo Graziani e la Sfilata Compagnia d’Armi Rinascimentale della Stella. Mentre in Piazza Duomo il Festival Internazionale del Folklore. A piazza Antonello l’info point e la Caccia al Mito : una “caccia al tesoro” con premi, al fine di stimolare la curiosità e riscoprire i miti della nostra cultura divertendosi con alcuni simpatici rompicapo, organizzata dall’ Associazione FDV attività Storico culturale e la Notte de Baratto: “ogni oggetto scambiato è un rifiuto evitato”, si animerà uno scambio di oggetti nell’ottica virtuosa del recupero dei materiali.  Per partecipare all’ecobaratto necessita iscrizione e sottoscrizione del regolamento e sarà dedicato allo scambio di oggetti, Organizzata dalla  BANCA DEL TEMPO Maneo Nemini e FIDAPA Peloro, in collaborazione  con MESSINA AMBIENTE e nella Loggia del Palazzo dei Leoni un’esposizione di artigianato curata da FIDAPA Messina.

Tutte le info e il programma su scirokko.it Media Partner dell’evento.

Ileana Panama

Ileana Panama

Filosofa dallo spirito libero e passionario. Mille difetti e un solo pregio: la caparbietà. Pare che per essere il direttore basti. Non ama le mezze misure, le mezze parole e le mezze stagioni. Onestà intellettuale ed educazione, queste le cose che apprezza negli altri. Profondamente attaccata alle sue radici, è tornata, dopo un lungo vagabondar per restare ma soprattutto per Fare. Imperdibili le sue interviste.
0 Commenti

Scrivi un Commento