Capo Peloro: un lusso da quattro soldi… anzi da 2€!

Entrerà in vigore presumibilmente dal 15 luglio l’ordinanza volta a rimodulare la viabilità urbana nel periodo estivo delle aree antistanti il Pilone e le zone limitrofe. Dopo tanto rimandare viene aperto il maxi parcheggio delle “Torri Morandi”, che potrà ospitare qualche centinaia di auto. Fin’ora inutilizzato e abbandonato alle incurie, fungerà da collettore per la viabilità del borgo marinaro. Chi vuole accedere al Faro potrà, pagando 2€, sostare tutto il giorno e utilizzare la navetta che percorrerà il paese sino al Pilone. Chi invece vorrà parcheggiare direttamente nel waterfront, potrà farlo negli appositi parcheggi blu, che avranno la tariffa di 2€ l’ora. Tutto ciò dalle 9:00 del mattino sino alle 20:30. I residenti e gli affittuari sono ovviamente esclusi.

Da quando si è sparsa la notizia, si è elevata la protesta dei gattopardiani messinesi. Pagare 2€ per andare al mare? Ma siete impazziti? Orde di gruppi su facebook, creati probabilmente con l’utilizzo dell’iPhone 6, si sono sollevati in difesa della povertà! “Come farà chi non potrà permetterselo?”. “Boicottiamo Torre Faro! Andare a mare diventerà un lusso!”.  Sarebbe il caso di spiegare a questi personaggi in cerca d’autore, quali sono le basi per tutelare e mantenere intatto un territorio dove è stata istituita una Riserva Naturale e dove, poco tempo fa, è stato firmato un protocollo con i rappresentati dell’Unesco, per certificare lo Stretto di Messina come Patrimonio dell’Umanità.

Lo farei anche, lo giuro. Investirei 5 minuti della mia vita ma probabilmente non verrei ascoltato. Il suono delle mie parole sarebbe inevitabilmente coperto dal volume dello stereo delle auto che passa a manetta Gianni Celeste. Ecco cari gattopardiani, Gianni Celeste dovreste ascoltarlo a casa vostra. O se proprio dovete ascoltarlo in macchina, fatelo con un volume accettabile. Quello si chiama inquinamento acustico ed è il primo step da rispettare quando si mette piede in un’area protetta e non solo.

Voi che, se dovete andare a Taormina siete pronti a pagare anche l’area che respirate. Voi che, per pubblicare, sempre con il vostro iPhone 6, delle foto fighissime dalla Riserva Naturale dello Zingaro, siete pronti a pagare il biglietto d’ingresso; voi che, non badate a spese di benzina per girare con il macchinone nuovo. Voi parlate di povertà? 2€ al giorno, divisi per tutti i componenti della macchina, intaccano così tanto il bilancio economico? Beh se così fosse, me ne dispiaccio. Che sia chiaro. Un dispiacere misto a commiserazione perché inevitabilmente si sentirà la vostra mancanza.

La sentiranno gli stormi di uccelli che non saranno più violentati dai clacson. La sentirà la spiaggia che dovrà rinunciare agli avanzi dei pranzi. La percepiranno infine, tutti coloro che, con rispetto, educazione e civiltà, godono di un bene di “lusso” che prende il nome di Riserva Naturale di Capo Peloro.

Avatar

Adriano Oteri

Messinese, classe 1985. Perito industriale, con qualche difficoltà nel riconoscere la differenza tra un cacciavite a stella e uno italiano. Nel percorso universitario decide di seguire le sue passioni, laureandosi in Scienze Politiche. Poliedrico ed estroverso, coltiva sin da bambino una passione smodata per la musica e il canto. In campo lavorativo ha ricoperto diversi ruoli, nel ramo amministrativo e legale, in società private e nel settore della Pubblica Amministrazione. Ad oggi si occupa di selezione del personale e vive fuori Messina. Fermo sostenitore dello Stato di Diritto, per Scirokko scriverà nella rubrica #ilGiuda dedicata ad inchieste, temi sociali e attualità.
2 Commenti
  1. Avatar
    Chiara

    che poi, oltretutto, non è nemmeno vero che si dovrà pagare due euro per il parcheggio… http://www.tempostretto.it/news/parcheggio-pagamento-torre-faro-assessore-cacciola-obiettivo-restituire-decoro-ordine-luogo-incantevole.html

    13/07/2015 at 11:09
  2. Avatar
    AndrejME

    Era ora che qualcuno facesse un paio di cose concrete per una città che di anno in anno va sempre più allo sbando, semplicemente perché ai suoi abitanti non gliene frega nulla di essa, se non di lasciare i resti dell’anguria, i vassoi della focaccia e le bottiglie di birra in spiaggia la sera di ferragosto.
    2€ all’ora?! Anche 5€ se può servire a salvaguardare un mare che il mondo dovrebbe invidiarci e dove invece non viene uno straccio di turista, proprio per quanto l’area sia abbandonata a se stessa.
    Ma si! Tanto i messinesi buddaci faranno in modo di riportare al degrado anche questa iniziativa…

    13/07/2015 at 21:33

Scrivi un Commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com