Citius, Altius, Fortius: anche Messina a Rio!

Le prime si svolsero nel 776 a.C. ad Olimpia, antica città della Grecia. Inizialmente era una manifestazione locale e veniva disputata solo una gara di corsa chiamata Stadion. Successivamente si aggiunsero Pugila53edb36b109e041a79d9ce95c344444ato, la Lotta e il Pentathlon, oggi le discipline sono 35. E in questa edizione, la trentunesima, la prima in un Paese sud americano, saranno 10.500 gli atleti coinvolti nella varie discipline.  Le prime Olimpiadi dell’era moderna si svolsero ad Atene nel 1896. La bandiera raffigura cinque anelli intrecciati che simboleggiano i cinque continenti, mentre in questa edizione sono state scelte come mascotte un felino giallo per le Olimpiadi e un albero Verde e azzurro per le Paralimpiadi: Vinicius e Tom. Il felino rappresenta gli animali che si trovano nei dintorni di Rio de Janeiro, l’albero verde-azzurro è invece la mascotte delle Paralimpiadi e simboleggia la ricchezza delle piante e delle foreste di Rio e dintorni.

314 gli atleti che vestiranno la casacca azzurra e rappresenteranno il nostro Paese. 170 uomini e 144 donne (è la componente rosa più folta di sempre) appartenenti a 28 discipline differenti: il gruppo più numeroso proviene da nuoto (37 agonisti) e atletica leggera (36 unità). Soltanto in 5 sport di squadra (calcio, basket, hockey su prato, pallamano e rugby a 7) e due individuali (taekwondo e tennistavolo) non troveremo nessun nostro rappresentante. La Regione più rappresentata sarà la Lombardia (43 atleti), seguita da Lazio (36); Roma la Provincia leader (30), davanti a Napoli (13). Di 27 anni l’età media: il tiratore Giovanni Pellielo il più anziano (46 anni), la nuotatrice Sara Franceschi (17 anni) la più giovane. I Gruppi Militari e Corpi Civili dello Stato forniscono il 59% degli atleti (a Londra la percentuale era del 63%), mente tra i gruppi civili spicca il Circolo Canottieri Aniene, con 14 tesserati.

Tra questi 18 anibali-tour-de-francetleti made in Sicily, agguerritissimi! sono pronti a portare a casa una medaglia e sono: Rosaria Aiello, 27 anni di Catania, farà parte del Setterosa di pallanuoto. Da Modica Giorgio Avola, 27 anni, oramai uno dei veterani della scherma italiana. Campione olimpico in carica nel fioretto. Damiano Caruso, 29 anni. Ciclista, di Ragusa. Carlotta Ferlito, 21 anni. ginnasta catanese. Rossella Fiamingo, 25 anni, la scherma italiana al femminile punta sulla catanese. Marco Fichera, 22 anni di Catania: può essere il futuro della scherma azzurra. Valentino Gallo, 31 anni. Il siracusano è tra i veterani del Settebello di pallanuoto. Daniele Garozzo al debutto il 24enne di Acireale, per la scherma. Enrico Garozzo, 27 anni, fratello di Daniele e possibile sorpresa a Rio. Loreta Gulomanzi-icontta, 29 anni di Castelvetrano. Fa parte della selezione femminile di scherma. Anna Incerti, 36 anni di Bagheria. Elios Manzi, 20 anni di Messina. La sua disciplina è il judo: sarà il più giovane siciliano a Rio. Luca Marin, quarta Olimpiade per il 30enne di Vittoria. VincenzDaniele_SOTTILE_smallo Nibali, due trionfi al Giro d’Italia, un Tour e una Vuelta. A 31 anni, terza Olimpiade per lo Squalo di Messina. Paolo Pizzo, 33 anni di Catania, scherma la sua disciplina è stato tra i protagonisti ai Giochi di Londra. Mirco Scarantino, 21 anni e seconda chiamata olimpica. Sarà tra gli italiani impegnati nelle gare di pesi. Miriam Sylla, 21 anni, palermitana figlia di genitori ivoriani, gareggia nella squadra di pallavolo e Pasquale Sottile, 37 anni di Milazzo. Tutta la sua esperienza a disposizione dell’Italvolley.

FORZA RAGAZZI!

0 Commenti

Scrivi un Commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com