La Grande Abbuffata. Piccoli consigli dietetici prima del cenone di Capodanno

Camicia stretta? Jeans che bloccano il respiro? Movimenti del corpo effetto “bradipo” e allucinazioni di panettoni che corrono verso di te lanciandoti i canditi che hai scartato? Questa è la crudele reazione per aver goduto pienamente delle delizie culinarie che le feste di Natale hanno offerto a tutti noi. Ma adesso, prima del bis di capodanno, tra cenone della vigilia, e pranzo dell’1 gennaio, è necessario mantenere un po’ il controllo a tavola, e provare a dare tregua alla nostra pancia, seguendo alcuni piccoli rimedi che scirokko.it propone a voi lettori. Non si tratta di una vera e propria dieta disintossicante, ma in una settimana è possibile trovare quella leggerezza necessaria per la prossima abbuffata.

foto interna

  • Come primo punto, è importantissimo non farsi prendere dai sensi di colpa, quindi nessun intristimento per aver ceduto, era inevitabile. In questo periodo dell’anno le tentazioni sono incalcolabili, e non sta scritto da nessuna parte che non bisogna cedere ad esse.
  • Da giorno 27 a fino al pranzo di giorno 31, è consigliabile ristabilire il proprio consueto regime alimentare. Digiunare non ha mai aiutato nessuno, ma semmai bisogna correggere piccole sfumature. Per una settimana non è poi una tortura rinunciare a dolci, fritture, bibite gassate e spuntini fuori pranzo.
  • Le quantità. Per molti sono le dosi che ingannano. C’è chi si difende dicendo che ha mangiato solo la pasta a pranzo, ma dipende anche da quante se ne è mangiata. Usiamo la bilancia e calcoliamo una media di 70 grammi al giorno. Lo stesso per il pane, un panino di 80 grammi a pranzo o a cena è il peso ideale.
  • Volete davvero “pulire” lo stomaco? Sprigionate la vostra fantasia creando ricche insalate. Potete mettere di tutto: lattuga, rucola o finocchio, accompagnate da frutta (le arance si sposano benissimo), aggiungete mais, carote, funghi freschi, ma anche uvetta passa, pinoli, noci o mandorle. Se volete evitare l’olio vi suggeriamo di provare la glassa di aceto, un tocco di sapore in più.
  • Ultimi consigli che tutti conosciamo, ma che con difficoltà mettiamo in pratica. Bere tanta acqua in questi giorni, evitando birra, prosecchi e apertivi. Sostituire la merenda a base di avanzi di pandoro con la frutta, o un frullato, con poco latte, e soprattutto fare qualche rilassante passeggiata (non valgono le camminate dei giorni precedenti per la frenetica ricerca dei regali di Natale). Può bastare anche un giretto lungo la pista ciclabile della litoranea (consiglio per i lettori messinesi), ma mi raccomando, nessun gelato o cioccolata calda come ricompensa alla fine del traguardo.

 

Dario Donnina

Dario Donnina

Dario Donnina

Giornalista trentaquattrenne messinese, laureato prima in Lingue e Letterature Straniere, poi in Metodi e Linguaggi del Giornalismo presso l’Università di Messina. Ha trascorso periodi di studio e lavoro all’estero. Dal 2011 al 2013 coordinatore dell’Hay Festival Segovia, evento internazionale che si svolge ogni settembre a Madrid. Su scirokko.it è sua la firma della rubrica Storie.
0 Commenti

Scrivi un Commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com