Me&Sea: Appuntamento al prossimo anno!

Si è conclusa domenica 29 maggio, la seconda edizione di “Me&Sea, Sicilian EAst coast“. L’evento, del quale scirokko.it è media partner, ideato e curato da Elena Bonaccorsi, project manager, in collaborazione con Feeland Group, patrocinato delle Giornate Europee del Mare, anche quest’anno ha promosso la salvaguardia e la diffusione della conoscenza della risorsa marina, la valorizzazione delle principali tematiche culturali e accademiche riguardanti il Mediterraneo e il confronto con realtà lontane e vicine che possano rappresentare un modello di crescita. La seconda edizione si è estesa sulla costa orientale siciliana come spinta da una corrente dello Stretto sviluppandosi nellʼacronimo imperfetto di SEA, “Sicilian EAst coast”. Sulla base organizzativa dell’edizione 2015, sono state coinvolte diverse imprese e realtà operanti sul mare che proporranno specifiche attività sui territori di riferimento. I diversi i luoghi e le diverse le attività proposte all’interno del calendario, hanno raccontato quanto e come il mare rappresenti un’opportunità e l’unicità del territorio stesso, anche alla luce degli avvenimenti che stanno caratterizzando l’area del Mediterraneo a livello geopolitico, culturale e sociale e le ripercussioni che sta producendo il cambiamento climatico in corso. Fra le attività: il dialogo interculturale e interdisciplinare e la salvaguardia ambientale e il calendario si è sviluppato con degli incontri itineranti partiti il 20 a Catania, per proseguire ad Acitrezza, giungere fino in Aspromonte e concludersi a Messina con due giornate il 28 e il 29, dal comune denominatore: l’identità – il mare – il rapporto territorio e società. A Maregrosso l’evento curato dall’associazione LALLERU puntava sulla rigenerazione urbana attraverso un artista outsider residente nella zona, oggi studiato in tutto il mondo, il Cavaliere Giovanni Cammarata, per l’occasione è stata riaperta la casa del Cavaliere e sono state organizzate visite guidate gratuite; Me&Sea è stato anche Street Art con l’inaugurazione della Via delle Belle Arti e la realizzazione dei murales (precedentemente affrescati da storie disegnate dal Cavaliere e successivamente intonacate selvaggiamente dal Comune), degli artisti Kuma e Inkfect, Poki, e gli Artisti per caso. Sulla Via delle Belle Arti sono previsti altri interventi. All’interno dello stesso “perimetro di Maregrosso” è da sempre compreso anche il suo fulcro di energia: il Pensatoio di Vittorio Trimarchi, galleria irregolare d’arte, che si è prestata naturalmente come location della mostra curata dallo stesso Trimarchi, “Artisti al Pensatoio”. Durante la giornata la musica de “La banda nomade dell’elefante giallo” (banda “azzizzata” per l’occasione dai Big Mimma più Mario Taviano, artista di strada; l’elefante, lo ricordiamo, è il simbolo di casa Cammarata e un tempo ne sorvegliava l’ingresso, attualmente è ospite della GAMM).  Per poi spostarsi al Retronouveau con le proiezioni di Geologis “L’uomo e lo Stretto convivenze possibili” e a seguire, il concerto degli Stash Raiders. Domenica si parte in bici, con l’escursione curata da MTB SICILY, e a Capo Peloro la pulizia delle spiagge e dei fondali (attività “gemella”, svolta il giorno prima a Maregrosso), patrocinata dall’Assessorato alle politiche del Mare, e battesimo del Mare curato da Ecosfera Diving. Un gruppo di volontari, guidati da Domenico Majolino, si è immerso nei fondali per recuperare oggetti e detriti che sono stati poi consegnati a Messinambiente per lo smaltimento che meritano. Sempre con Ecosfera Diving, l’immersione al relitto Bowesfield e il trekking urbano nei dintorni dei laghi di Ganzirri (e non solo), “Antichi Mestieri” di Welcome To Me, in collaborazione con la Pro Loco Capo Peloro. Spazio e attività anche peri più piccoli con il laboratorio di animazione “Animando raccontiamoci” di LIBERTINA, e tanto sport con le canoe Idrofun, le prime trasparenti “effetto maschera”, quindi, fare un giro significa anche riuscire ad ammirarne il fondale, e il Kyte Surf. Spazio anche all’eno-gastronomia con i prodotti di Agromobile e le sue degustazioni a Rodia. L’evento si è infine concluso al Nebe Coffe Book di Torre Faro con il vernissage fotografico di Fabrizia Celi e Lucia Lucà Trombetta “quotidiana Bellezza“. Vernissage visitabile anche presso La Punta Boutique, sempre a Torre Faro.

Anche quest’anno – racconta Elena Bonaccorsi – abbiamo cercato di creare un vero e proprio network del mare, legando le attività più disparate in una sinergia che non lo comprometta solo come un luogo di balneazione. E’ molto di più. E’ un patrimonio nella stessa misura di monumenti e strade, musei e gallerie. E’ la nostra cultura e del nostro territorio, soprattutto per una terra di mare, di confine, di  interculturalità e di occasioni: un mare che non possiamo nè dobbiamo perdere”.

Appuntamento al prossimo anno con Me&Sea!

www.facebook.com/MeSea

www.feelland.it

Laura Faranda

Ileana Panama

0 Commenti

Scrivi un Commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com